Category Archives: Settimana della cultura

Dal 14 al 22 Aprile per la Settimana della cultura all’Officina dell’Arte di Rieti

DSC_0053t (1)

Inaugurazione della settimana della cultura

con la presentazione della mostra fotografica di Eleonora Furlani:    

“People and living” dal 14 al 22 Aprile.

Eleonora Furlani, nata nel 1993 a Roma. Attualmente frequenta il quinto anno dell’istituto prof. Alberghiero di Rieti. Si è avvicinata alla fotografia per diletto all’età di 15 anni per poi scoprire negli anni successivi interesse crescente verso la fotografia come espressione creativa che ha sperimentato da autodidatta fino allo scorso anno.  Grazie al prezioso incontro con il fotografo Enrico Ferri ha avuto modo di acquisire gli elementi fondamentali della tecnica fotografica.  Ha partecipato a diverse esposizioni come la mostra d’arte contemporanea “IL RUMORE DEL MONDO”, organizzata dall’ Associazione Culturale A2, presso lo spazio espositivo CARGO20 DI VERONA dal 11 Giugno al 02 Luglio 2011 e il concorso-mostra: “LA POESIA DELLA NATURA,IMMORTALE NELLA FOTOGRAFIA” organizzato dall’Associazione Inachis del 23/30 Ottobre 2011 e all’esposizione fotografica “FATTE DI LUCE” presentata da Enrico Ferri dal 03/10 Dicembre 2011. Ha partecipato a diverse esposizioni come la mostra d’arte contemporanea “IL RUMORE DEL MONDO”, organizzata dall’ Associazione Culturale A2, presso lo spazio espositivo CARGO20 DI VERONA dal 11 Giugno al 02 Luglio 2011 e il concorso-mostra: “LA POESIA DELLA NATURA,IMMORTALE NELLA FOTOGRAFIA” organizzato dall’Associazione Inachis del 23/30 Ottobre 2011 e all’esposizione fotografica “FATTE DI LUCE” presentata da Enrico Ferri dal 03/10 Dicembre 2011.

Concerti durante la Settimana della Cultura a Rieti

Musì Trio (Paolo Paniconi, Ovidio Ovidi, Sandro Sacco)

Musì Trio (Paolo Paniconi, Ovidio Ovidi, Sandro Sacco)

 

Lunedì 16 Aprile

Alle ore 21.00: Auditorium Varrone : Concerto di Musica da camera – Musì Duo flauto e clarinetto

Concerto del Musì Duo flauto e clarinetto interamente dedicato ai repertorio per flauto e clarinetto con opere originali e singolari trascrizioni. Per questo Concerto, il MUSI’ DUO presenterà il seguente programma: W.A.MOZART-ALLEGRO DAL GRAN DUO G.KUMMER DUETTI OP.46 N.1,3,4,5, O.LACERDA MELODIA per Clarinetto soloF.L.DULON DUO I G.ROSSINI -OUVERTURE dal Barbiere di Siviglia H.VILLA LOBOS CHOROS N.2 H.VILLA LOBOS BACHIANAS BRASILEIRAS No.6 I.ARIA(CHORO) PIAZZOLLA TANGO STUDIO N.3 per Flauto solo PIAZZOLLA LIBERTANGO.

Martedì 17 Aprile

Alle ore 21.00: Auditorium Varrone : Concerto di Musica da camera – Musì Trio flauto e clarinetto
Concerto del Musì Duo flauto e clarinetto interamente dedicato ai repertorio per flauto e clarinetto con opere originali e singolari trascrizioni. Per questo Concerto, il MUSI’ DUO presenterà il seguente programma: W.A.MOZART-ALLEGRO DAL GRAN DUO G.KUMMER DUETTI OP.46 N.1,3,4,5, O.LACERDA MELODIA per Clarinetto soloF.L.DULON DUO I G.ROSSINI -OUVERTURE dal Barbiere di Siviglia H.VILLA LOBOS CHOROS N.2 H.VILLA LOBOS BACHIANAS BRASILEIRAS No.6 I.ARIA(CHORO) PIAZZOLLA TANGO STUDIO N.3 per Flauto solo PIAZZOLLA LIBERTANGO.

Sabato 21 Aprile

Alle ore 21.00 Cattedrale di Rieti Cripta: “Musì Duo” musica Sacra e Contemporanea

M° Eleonora Podaliri Vulpiani

Mercoledì 18 Aprile

Alle ore 21.00: Auditorium Varrone: PICCOLI E “GRANDI” PIANISTI AD ESALTARE LA GIORNATA DELLA CULTURA – Concerto pianistico degli allievi dei M° Podaliri Vulpiani Eleonora e M° Eleuteri Federica
Partecipanti: Cimmino Bianca – Ferri Francesca – Menale Antonio – Menale Silvia – Mancini Davide – Principi Sara – Colasanti Carlo – Ciani Elisabetta – Mungo Federica – Milazzo Alessandro – Luciani Cristiano – Luciani Samuele – Monti Francesco – La Vecchia Maria – Santarelli Gloria.

Coro Schola Cantorum

 

Giovedì 19 Aprile

Alle ore 18.00: Reparto di Radioterapia Oncologica dell’Ospedale S.Camillo de’ Lellis di Rieti concerto in onore della Settimana della Cultura indetta dal MIBAC del CORO SCHOLA CANTORUM di Antrodoco (Rieti)

 

Per info e prenotazioni potete contattare l’Officina dell’Arte di Rieti allo 0746251233; 328.9249188; 340.2891507 tutti i giorni dalle ore 16.00.

 

 

Laboratorio per bambini domenica 22 Aprile per la Settimana della Cultura

farfallo+

Tiziana Guadagnoli

 “Il Farfallo innamorato” laboratorio per bambini dai 4 anni

Domenica 22 Aprile alle 16.30 all’Officina dell’Arte di Rieti

Tiziana Guadagnoli è una sociologa, ma soprattutto operatore ludico-musicale e operatore di integrazione scolastica per bambini e ragazzi stranieri presso alcune scuole di Rieti e provincia. La sua formazione, la curiosità e la praticità l’hanno condotta a scoprire come diventa possibile far rivivere, attraverso semplici tecniche e utilizzando materiali poveri, riciclati e di uso quotidiano, giochi e giocattoli per ogni età. Pensare, sperimentare e creare insieme ai bambini è lo scopo delle attività che di solito propone ed è  convinta che molto di ciò che ha imparato in tanti anni di esperienza, lo deve alle soluzioni a volte incredibili che i bambini sono capaci di trovare.

Teatro Solis per la settimana della cultura dell’Officina dell’Arte

konvivir

Teatro Solis Lezione- dimostrazione intorno allo spettacolo Konvivir

ATTRICE: Anna Melchiorri     REGIA: Gustavo Riondet 

Venerdì 20 aprile ore 21.30 all’Officina dell’Arte di Rieti

Storie di donne. Storia di cinque mogli. Donne che amano, tradiscono,subiscono, tartassano, proteggono. Cinque mogli premurose, sincere, severe, accondiscendenti, viziose accomunate da uno stesso marito e da un destino comune. E ora che ormai sono “morte”, ora che l’amore, come ogni cosa, è finito, ognuna racconta la propria storia,  svelando le violenze subite tra le quattro mura di casa. Cosa nascondiamo dietro la cornice di un bel matrimonio? E cosa dietro lo specchio di una calma vita familiare? E’ il terrore che ci porta ad occultare? O peggio, facciamo finta di non sapere? Cinque storie sgangherate, terribilmente comuni. Ma per tutte… un’unica storia. D’un amore univoco, con parole taciute o gridate troppo forti, e una violenza sottile… E poi, un sogno… la delusione di un sogno mancato. E la solitudine, la gelosia, l’amore ostinato di Rita, Rosalia, Maria, Chiara e Caterina, mogli dello stesso uomo: Carlo. Che le ha inaridite, tradite e poi……… uccise. E lui?…

La violenza contro le donne è un fenomeno molto esteso. I dati che ne attestano l’entità sono decisamente allarmanti: • 6 milioni 743 mila sono le donne vittime di violenza, pari al 31,9% • il 23,7% ha subito violenze sessuali (5 milioni) • il 18,8% ha subito violenze fisiche (3 milioni 961 mila) • il 4,8% ha subito stupri o tentati stupri (1 milione) • il 18,8% ha subito comportamenti persecutori (stalking) (2 milioni 77 mila) • 7 milioni 134 mila hanno subito violenza psicologica. In altre parole, almeno una donna su cinque subisce nel corso della sua vita una violenza sessuale o un tentativo di violenza sessuale; una su quattro fa l’esperienza di essere maltrattata da un partner o ex partner; quasi tutte le donne hanno subito una o più molestie di tipo sessuali. Circa il 26,7% degli omicidi avviene in famiglia. In 7 casi su 10 la vittima è una donna e in 8 su 10 l’autore è un uomo. Sembra evidente perciò la necessità di portare la gravità del tema sotto gli occhi di tutti, usando anche, perché no, i mezzi che il teatro da sempre offre per rendere la materia meno ruvida, permettendoci di affrontare con ironia e sarcasmo anche i temi più scottanti.

Mercoledi 18 Aprile per la Settimana della Cultura all’Officina dell’Arte di Rieti

non sapevamo cosa fare ed abbiamo fatto questo

ALESSIO EMANUELE FEDERICO, DAMIANO PETRONGARI E DANIELE CARFAGNA PRESENTAZIONE LIBRO “ NON SAPEVAMO COSA FARE … ED ABBIAMO FATTO QUESTO” MERCOLEDI’ 18 APRILE ORE 17.30 all’Officina dell’Arte di Rieti

Tre ragazzi intorno ai 30 anni, acuti osservatori del mondo circostante, si interrogano sulla loro condizione e su tutto ciò che li circonda. Prende il via una sorta di viaggio immaginario interiore attraverso le varie sfaccettature che il mondo propone, dove i tre si confrontano e si scontrano con la realtà, sfuggendo da essa immaginandola come appartenente ad altri mondi, ad altri pianeti. Attraverso i 10 capitoli, che prendono il nome degli astri del nostro sistema solare, si ha perciò un vero e proprio trattato umanistico, dove nessuna componente è lasciata al caso. Il tutto è trattato in modo molto ironico, quasi comico, con punte di riflessione e spiritualità molto alte, in una miscela nuova che si pone tra il classico film di Hollywood e la commedia all’italiana. Alla fine di ogni capitolo c’è uno spazio per il lettore denominato “a te!” dove egli può sfogarsi in tutti i sensi, e dove è sempre presente un nostro disegno, che riassume in un’immagine ciò di cui si è parlato. Questo viaggio surreale tra i pianeti comincia con un Big Bang, ossia l’inizio di tutto, dove da una condizione iniziale di quiete si scatena l’energia necessaria per la costituzione del tutto. Terra è il secondo approdo ed illustra ciò che ci è più vicino, ciò su cui ci basiamo, il nostro pianeta. Luna sta a rappresentare tutto ciò che ci circonda e ci influenza, che non possiamo far altro che accettare. Una costante, proprio come è in realtà il nostro satellite. Venere è un viaggio a tappe tra le varie epoche per capire come sia nato l’amore, come si è evoluto e in cosa consiste veramente, in un iter nuovo e simpatico. Giove e Marte, appositamente accorpati, portano in una dimensione dove guerra e dominio sono legate da un doppio filo ma vengono messe in ridicolo da alcune riflessioni basilari, pescando anche dai miti greci dei due Dèi. Mercurio è un intermezzo introspettivo, dove il Dio dai calzari alati si ferma a valutare la condizione dell’uomo ai nostri giorni in relazione ai tempi in cui era venerato. Saturno descrive le idee strampalate, raccontate in modo esilarante, che ci sono frullate in testa in questi anni per dare una svolta alla nostra vita e che rappresentano un anello che stringe attorno al capo, proprio come quello presente nel pianeta. Urano, Nettuno e Plutone è un capitolo “furbo”, dove solo l’attenta lettura ne farà capire l’effettivo senso. Il tutto volutamente celato dietro un racconto di vita reale. Pleiadi è un capitolo ermetico, ma di sicuro impatto. Come le stelle, che ci affascinano ma sono irraggiungibili. Sole chiude l’opera, e qui si tirano le somme di tutto ciò che è stato detto e non detto durante tutto il viaggio. Una sorta di “illuminazione” interiore che gli scrittori augurano al lettore, il tutto condito con elementi di critica e denuncia, ma senza perdere il sarcasmo che rende piacevole la lettura. Rappresenta la fine ed una potenziale ripartenza al contempo, proprio come il Sole che ogni giorno sorge e tramonta, per poi tornare puntuale il giorno seguente. Tutto questo segue un filo centrale dove all’inizio c’è la condizione del “non sapevamo cosa fare” che si tramuta alla fine, quasi inconsapevolmente, in un “abbiamo fatto questo”.

Martedì 17 Aprile per la Settimana della Cultura all’Officina dell’Arte di Rieti

dpalogo-21

Centro Demian “La cura dell’arte”

Martedì 17 Aprile alle 17.30

Una parte consistente delle attività terapeutiche del Centro Demian di Rieti (Centro diurno per le dipendenze patologiche) si compone di gruppi e laboratori che utilizzano diverse pratiche artistiche come strumento di cura: dall’autobiografia al cinema, dall’arteterapia al teatro. Le potenzialità terapeutiche dell’arte sono ormai stabilmente utilizzate in ambito psicologico, tuttavia fanno parte di un modo di intendere l’arte che ha tradizioni antiche e illustri in occidente. Pensiamo alla catarsi del teatro greco o all’esercizio autobiografico degli stoici. Siamo felici di raccogliere l’invito dell’OA di partecipare alla settimana della cultura. Saremo presenti il 17 aprile per presentare le nostre attività e il nuovo progetto “Endorfine” con il quale proviamo a sintonizzarci sulle “frequenze” della generazione di internet.

Domenica 15 Aprile per la Settimana della Cultura all’Officina dell’Arte di Rieti

teatro-valle_4_original

Roberto Quarta  

“Management dello spettacolo teatrale”  

Domenica 15 Aprile ore 17.30

Roberto Quarta è amministratore della Rqs Spettacoli, società di produzione e distribuzione teatrale. Ha iniziato la sua attività nel 1996, con la gestione degli spettacoli di un importante club romano dove facevano le prime esperienze alcuni dei nomi più noti della comicità italiana attuale. Successivamente è entrato a far parte dello staff di Spettacoli Adr, società di management artistico, in qualità di direttore commerciale e responsabile del booking di numerosi artisti, tra i quali Mr.Forest, Ficarra e Picone, Dario Cassini, Dado, Giovanni Cacioppo, Pino e gli anticorpi, Rocco Barbaro Claudio Batta, Rosalia Porcaro.  Dal 2000 cura in esclusiva nazionale la distribuzione degli spettacoli di Ficarra e Picone, con i quali ha realizzato i tour: “Diciamoci la verità”, “Sono cose che capitano” (record di incassi nazionale nel 2006 con oltre 300.000 spettatori in tutta Italia) e l’ultimo “Apriti cielo” tutt’ora in tour.  Nel 2003 ha prodotto lo spettacolo “Adesso Batta” con Claudio Batta e la regia di Alessandro Benvenuti, nel 2005 lo spettacolo “Coatto unico senza intervallo” di e con Giorgio Tirabassi e nel 2009 lo spettacolo “Salvatore e Nicola” di Ascanio Celestini, interpretato da Giorgio Tirabassi.

Lunedì 16 aprile per la settimana della cultura dell’Officina dell’Arte

maurizio furlani

MAURIZIO FURLANI  

“MUSIC AS A WHOLE”

 LUNEDI’ 16 APRILE ORE 17:00

Maurizio Furlani, nato a Roma nel 1959, ha seguito gli studi musicali parallelamente agli Studi umanistici, seguendo i corsi di pianoforte, di composizione e di direzione e musica corale, partecipando in seguito ad importanti corsi di perfezionamento tra cui nel 1981 con il compositore tedesco K. Stockhausen e vincendo il Concorso di Composizione “Camillo Milano” di Genova. Ha fatto parte dell’Orchestra Giovanile dell’Associazione Musicale Romana in qualità di maestro collaboratore e pianista e dell’Associazione Musicale “Gruppo Strumentale Italiano” in qualità di autore ed organizzatore di attività musicali.

Presidente dell’Associazione Musicale “Paul Hindemith”, dedicata alla divulgazione della musica moderna e contemporanea. Molte sue composizioni sono state e sono ancora eseguite con organici sempre molto diversi: pianoforte, arpa, organo, ensemble di soli fiati, soli archi ed orchestra. In particolare “Threnos”, composizione per pianoforte solo, è stato eseguito in diverse nazioni, tra le quali la Cina, ricevendo notevoli consensi di pubblico e di critica, brano inserito nel cd “Piani Vibratili” del pianista Roberto Prosseda.

Compositore, inoltre, di musica per sceneggiati e documentari radiofonici e televisivi, ha all’attivo diversi CD con la casa editrice “RAI TRADE”. Le sue ultime composizioni sono in un CD dedicato alla sessione “Library” dal titolo “Romantic Piano & Strings” per la “Flipper Music”. Docente in “Lettura della Partitura” presso l’Istituto di Alta Cultura – Conservatorio “Ottorino Respighi” di Latina.

 

Pomeriggio multimediale per la settimana della cultura dell’Officina dell’Arte

aesop studio

Aesop Studio 

MEETING MULTIMEDIA ART

Lunedì 16 aprile 2012 ore 19.30

 L’associazione Aesop Studio presenta una serata dedicata all’arte multimediale organizzata all’interno del progetto Officina dell’Arte di Rieti – Settimana della cultura per la promozione di laboratori dell’immagine elettronica. In collaborazione con l’Officina dell’arte di Rieti e la Provincia di Rieti, Aesop Studio intende presentare durante la Settimana della Cultura una serata di introduzione al suo lavoro multimediale svolto negli ultimi anni sul palcoscenico internazionale (Argentina, Messico Brasile, Danimarca, India, Iran, Germania) e dunque promuovere eventi e workshop multimediali articolati in più appuntamenti mensili all’interno dell’Officina dell’Arte con l’obiettivo di offrire a tutti coloro che ne sono interessati, nozioni sulle tecniche multimediali applicate all’arte.

Girare un Film in HD con Fotocamere DSLR . Il primo workshop è rivolto a chiunque abbia il desiderio di imparare a girare un film. Il laboratorio invita giovani e non a cimentarsi nell’uso delle fotocamere per la ripresa e di software per il lavoro di montaggio. Scopo finale del laboratorio è quello di realizzazione film- documentari per scoprire e raccontare il territorio ricercandone gli aspetti più celati. Gli elaborati andranno a costituire un archivio disponibile al pubblico dal titolo, I Segreti di Rieti. Non sarà necessario avere particolari conoscenze tecniche per partecipare

Proiezioni digitali urbane. Il secondo appuntamento con l’Aesop Studio all’interno dell’Officina dell’Arte avrà come scopo la realizzazione di un evento multimediale, una proiezione gigante su una facciata di un monumento di Rieti con musica amplificata. Laboratorio all’interno del quale si daranno dimostrazioni di Video Mapping attraverso l’uso di Software interattivi per la generazione e montaggio di immagini in tempo reale (videoproiezioni gigantesche) sui monumenti del reatino dal titolo, Le Luci di Rieti. Non sarà necessario avere particolari conoscenze tecniche per partecipare.

La serata si concluderà con una live-performance dell’Aesop Studio con una proiezione-installazione sulle mura dell’Officina dell’Arte di Rieti.

AESOP STUDIO: Associazione giovanile fondata nel 2008, che si specializza nel multimedia, cinema e video arte. Il video artisti dell’Aesop Studio lavorano per festival internazionali di teatro e produzioni cinematografiche, producono cortometraggi, documentari e trailer. Inoltre organizzano festival e laboratori rivolti all’arte del multimedia. Il loro percorso professionale li ha già portati a lavorare in Danimarca, Brasile, Argentina, Messico e Germania…

“Parla con me” Venerdì 20 Aprile per la settimana della cultura dell’Officina dell’Arte

pozzovivo

STEFANO POZZOVIVO

 “Parla con me. L’importanza di una buona comunicazione verbale come contributo alla circolazione delle idee e della crescita”

VENERDI’ 20 APRILE ORE 17:00

All’Officina dell’Arte di Rieti

Nell’era dei social network e della parola mediata, quella diretta, palpabile nelle sue emozioni sottintese, appare ancora insostituibile nella sua funzione di reale coesione sociale. Che si tratti di affari o semplici relazioni interpersonali,di fronte ad una o cento persone sapersi esprimere al meglio delle proprie possibilità significa far valere meglio le proprie ragioni e/o convinzioni, aggirando anche pregiudizi duri a morire. Quali gli strumenti ? E a chi si rivolgono ? Dal problema alle soluzioni…saremo di  parola !